VITTORIO VENETO - incrociatore lanciamissili

Lunghezza fuori tutto 179,60 m     scala 1:100

Varato il 5.2.1967 dal Cantiere Navalmeccanica di Castellam­mare di Stabia, è stato consegnato alla Marina il 12.7.1969 ed è entrato in servizio il 31.10.1969, assumendo il ruolo di nave ammiraglia nel 1971 in seguito all'uscita dalla squadra dell'incrociatore lanciamissili Giuseppe Garibaldi e cedendo poi tale ruolo alla omonima portaeromobili Garibaldi nel 1987.  Era dotato di sistemi missilistici Terrier e Teseo e di sei eli­cotteri AB-212 A/S.
Dopo un aggiornamento degli armamenti nel periodo 1981 - 1983, la nave ha partecipato a numerose missioni, operando anche cone mave comando di vari gruppi.  Non è stata più operativa dal 12.10.2003, quando venne ritirata dal servizio attivo e posta in riserva (RDT).  Il 29.6.2006 si è svolta a Taranto la cerimonia dell'ultimo ammaina bandiera.
Dopo il disarmo venne sviluppato il progetto di farne la prima nave-museo italiana che avrebbe dovuto realizzarsi entro il 2010 in modo da partecipare alle celebrazioni per il 150° anniversario dell'Unità d'Italia, ma per mancanza di fondi e per motivi tecnici alla data odierna il progetto non sembra ancora avviato.
In undici tavole originali: piano di costruzione, vista di fianco, vista dall'alto, sezione longitudinale, tughe e soprastrutture, ponte di coperta, ponte elicot­teri, corridoio, n.8 sezioni trasver­sali, timone e bracci delle eli­che (1:20).