VATERLAND - transatlantico tedesco

Lunghezza fuori tutto  289,55 m      scala 1:200

Transatlantico di 54.280 tonnellate, varato il 3.4.1913 dal cantiere Blohm & Voss di Amburgo per la Compagnia tede­sca Hamburg - Amerika Linie.  Con le gemelle Imperator e Bismarck costituiva la "Imperator Class", le più grandi navi del mondo in quell'epoca.  Poteva ospitare 2.137 passeggeri, oltre a 1.243 uomini di equipaggio.
Nell'agosto del 1914, alla sua quarta traversata, si trovava nel porto di Hoboken nel New Jersey e lì rimase confidando nella neutralità degli Stati Uniti, anche perchè nel tragitto di ritorno sarebbe stata sicuramente affondata dalle navi inglesi, ma il 4.4.1917, con l'entrata degli Stati Uniti in guerra, la nave venne confiscata malgrado l'equipaggio avesse tentato l'autoaffondamento e danneggiato seriamente i motori.  Riparata, venne incorporata nella US Navy come nave da trasporto truppe e ribattezzata Leviathan.  In questa veste effettuò dieci viaggi verso l'Europa trasportando, nella sua ultima traversata, ben 14.416 soldati statunitensi di ritorno in patria alla fine della guerra, il più alto numero di persone mai imbarcate su una nave. 
Passò poi in proprietà alla United States Lines che la impiegò sulla rotta da New York a Southampton dal 1923 al 1934 finchè venne demolita in Scozia nel 1938.
In cinque tavole: piano di costruzione, vista di fianco, vista dall'alto e numerosi particolari delle soprastrutture.