ORIANI - cacciatorpediniere

Lunghezza fuori tutto 106,74 m     scala 1:100

Classe costituita da Oriani, Gioberti, Carducci e Alfieri.  Realizzati presso i Cantieri Odero-Terni-Orlando di Livorno, vennero varati fra il luglio ed il dicembre 1936.  Solo l'Oriani sopravvisse al conflitto per essere ceduto alla Francia ove fu ribattezzato D'Estaing, mentre il Carducci e l'Alfieri vennero affondati il 28.3.1941 nella missione di soccorso all'incrociatore Pola ed il Gioberti silurato al largo di La Spe­zia il 9.8.1943.
I cacciatorpediniere della Classe Oriani erano mossi da due turbine Par­sons servite da tre caldaie a tubi d'acqua subverticali tipo Thornycroft ali­mentate a nafta, sviluppanti una potenza complessiva di 48.000 HP per imprimere alla nave una velocità massima di 39 nodi.
Disegni originali del 1937 in diciotto tavole con: piano di costruzione, vista di fianco, vista dall'alto, sezione longitudinale, soprastrutture, castello, ponte di coperta, sistemazione generale dell'apparato motore nelle sezioni longitudinale, orizzontale e trasversali (scala 1:50), turbine AP, MP e BP (1:5 e 1:10), tutte le viste delle caldaie da 1000 e da 465 mq (1:10), linee d'assi (1:25), fumaiolo ed elica destrorsa, tripala, con ø 3,35 m (1:5).