ROMA - corazzata (*)

Lunghezza fuori tutto 240,70 m     scala 1:100

Le corazzate della Classe Vittorio Veneto, realizzate su progetto del Gen. G.N. Umberto Pugliese completato nel 1934, furono le prime corazzate da 35.000 tonnellate costruite nel mondo e certamente, fra tutte le coraz­zate della Marina Italiana, "quelle nelle quali potenza, protezione e velocità furono fuse nel più perfetto ed armonico equilibrio". (dal volume "Le navi di linea ita­liane" edito dall'Ufficio Storico della Marina Militare.  Da tale volume e dagli altri pubblicati dallo stesso Ufficio è stata tratta la maggior parte dei dati tecnici e delle notizie citati in questi testi).
Varata il 9.6.1940 dai Cantieri Riuniti dell'Adriatico di Trieste, venne af­fondata il 9.9.1943 nel corso dei tragici avvenimenti che seguirono l'armistizio.  Fu l'ultima corazzata italiana scesa in mare e l'ultima ad entrare in servizio il 14.6.1942.
In ventisette tavole, in parte realizzate da Giancarlo Barbieri: piano di costru­zione con la prora modificata, vista di fianco, sezione longitudinale, vista dall'alto, ponte di coperta con tutte le soprastrutture (1:200), n.7 sezioni tra­sversali, piattaforme del torrione, strutture degli alberi, sistemazione delle imbarcazioni, elettroverricello per picchi di carico, bracci portaeli­che (1:20), linee d'alberi (1:75), fumaioli (quattro tavole in scala 1:50) ed elica (Ø 4,80 m - scala 1:10), nonché i piani originali in scala 1:10 della autovettura FIAT BN3 2800 imbarcata a disposizione dell'Ammiraglio e dell'autocarro FIAT 626 NL per i servizi a terra, entrambi collocati sul ponte.